Rettocele

Il rettocele è un disordine del pavimento pelvico molto frequente nelle donne che hanno superato i 40 anni di età, spesso asintomatico. Clinicamente si presenta come un’erniazione della parete rettale anteriore nel lume della vagina. Il rettocele è l’espressione di un retto prolassato, con tuniche muscolari assottigliate o sostituite da tessuto connettivo.Esso diviene evidente solo quando il retto è pieno o sotto ponzamento.

Diversi sono i fattori predisponenti: il parto(i), le neuropatie, l’obesità, lo sforzo addominale eccessivo, le alterazioni del tessuto connettivo, i precedenti chirurgici, l’età avanzata.

La sintomatologia è quella di senso di ostruita defecazione, di defecazione difficoltosa e incompleta per la presenza di una massa vaginale . Le feci, infatti, rimangono intrappolate in questa sacca e spesso le pazienti sono costrette ad introdurre un dito in vagina e spingere sulla parete di questa sacca per svuotarla.
Di questi sintomi solo il senso di massa vaginale è specifico del rettocele. Gli altri sono sintomi comuni ad altre affezioni che spesso coesistono e che vanno tenute presenti in quanto potrebbero essere responsabili di persistenza dei disturbi della prostata dopo l’intervento.